A pochi chilometri da Mirepoix, nella piccola valle del torrente Bessous, bloccato a nord dall'immensa foresta di Bélène, in gran parte aperto a sud verso il fiume Hers, con il massiccio di St Barthélémy all'orizzonte e le creste andorrane, il soleggiato villaggio di Manses, è dominato da una maestosa chiesa romanica.

L'originalità del comune di Manses è quella di aver cambiato nome 4 volte nel corso dei secoli e dei cambiamenti politici.
Da St Jean de Manses, priorato benedettino del Medioevo, a Portes intitolato al marchese che lo acquisì nel XVIII secolo, a Manses durante la Rivoluzione, poi ancora Porte al restauro e fino al 1889, quando gli abitanti si ribellarono contro il loro signore.

Con un'attività essenzialmente agricola e forestale, Manses gode di un ambiente privilegiato e lotta per preservarlo.

posizione

Pirenei catari

Situato ad est dell'Ariège, al confine dell'Aude, questo territorio, etichettato come "Paese d'arte e di storia", ruota intorno [...]

Scopri