La parte Ariège del famoso GR10 che collega l'Atlantico al Mediterraneo è considerata la più selvaggia e la più difficile. È vero che lì i dislivelli sono importanti e che per certe tappe gli unici rifugi possibili sono solo fragili capanne di pastori! Ma che spettacolo e che avventura! Ai piedi delle vette del Granchio , Valier o Montcalm, tra le maestose faggete o gli alpeggi d'alta quota, l'amante del trekking di lunga distanza vivrà sicuramente le emozioni più belle che sono ...

Da ovest a est, da Melles a Mérens-les-Vals, l'escursionista atletico impiegherà quasi 25 giorni per seguire il sentiero che si snoda lungo la cresta principale dei Pirenei. Il percorso, che raramente scende sotto i 1000 m di dislivello e culmina al rifugio Fourcat a 2445 m, conduce l'escursionista al gioco del cavallino, dai passi alle vette e dagli altipiani alle creste. Come ricompensa per questi sforzi, l'escursionista attraversa una gamma quasi completa di vegetazione pirenaica: il "gispet" di prati di montagna, rododendri, mirtilli, eriche, faggete e pini uncinati. Discreto, potrà vedere il camoscio o il gallo cedrone. Più sicuramente, incontrerà molte pecore, cavalli e alcune mucche che occupano i pascoli estivi.

Maggiori informazioni
: Guida topografica "GR10 Pyrenees Ariegeoises: Pyrenees Ariégeoises, Luchonnais - Couserans - Vicdessos - Haute-Ariège, Val du Garbet, Biros". (Edizione escursionistica FF)

Il libro propone anche due brevi loop, il "Tour du Biros" e il "Tour du Val du Garbet" del GR de Pays, da completare in 4/5 giorni.

posizione

Couserans Pirenei

Nella parte occidentale dell'Ariège, il Couserans e le sue 18 valli è un vasto territorio diviso tra alte montagne, montagne e [...]

Scoprire