Il est tombe enorme quantità di neve, e continua ! Vogliamo solo uscire e goderci la neve! Quindi ci prepariamo racchette, i bastoncini e rapidamente rapidamente rapidamente, ci vestiamo calorosamente per partire! Quando dico "noi", intendo me e il mio partner. Dato che abitiamo in Ariège, devo dire che camminare sulla neve è diventata la nostra tradizione invernale preferita. E con le ciaspole è ancora meglio. Andiamo per un pomeriggio sotto la neve farinosa Pass del porto, un luogo magico nel mezzo di ❤️ Pirenei dell'Ariete.

Una strada magica

Poiché ha nevicato abbondantemente e i fiocchi continuano a cadere, i paesaggi sono ricoperti da uno spesso manto bianco. È bellissimo ! Rallentiamo un po' (comunque non troppo per poter ripartire facilmente!) per fotografare questi paesaggi maestosi e ci diciamo che siamo fortunati ad essere qui, in mezzo a questa natura preservata e di uno straordinario davvero bello!  

La strada è sgombra dalla neve e abbiamo le catene se necessarie nel bagagliaio.

Vediamo il Col de Port e più in alto, alla sua sinistra, il Pic d'Estibat! Sta ancora nevicando. L'atmosfera è da "giornata bianca" come si dice in montagna. I fiocchi di neve e la nebbia regalano un'atmosfera misteriosa, ci aspetteremmo quasi di vedere arrivare gli elfi!

Arriviamo al passo, parcheggiamo e iniziamo a disfare le valigie. Siamo impazienti per l'impazienza quindi ci infiliamo velocemente le ciaspole, prendiamo i bastoncini (aiuta molto, soprattutto in salita!) e si parte! A proposito di attrezzatura, puoi noleggiarne un po' qui se non hai il tuo  

I primi passi sulla neve sono sempre il mio momento preferito. Soprattutto da quando è passato un anno da quando ho messo le ciaspole. È come una madeleine di Proust, un viaggio nel tempo... Insomma, è ancora altrettanto magico 😍

FYI

Essere consapevoli del fatto che le strade sono mantenute dagli agenti del Consiglio dipartimentale dell'Ariège. Sgomberano prima le strade principali e poi le strade secondarie. Puoi anche controllare le condizioni stradali sul sito http://www.inforoute09.fr/ . Il sito specifica i passi chiusi, le strade che richiedono attrezzature speciali, ... e le informazioni vengono aggiornate molto regolarmente.


grande atmosfera del nord e polvere a volontà

Oggi l'arredamento è maestoso !! Sembra Quebec! 🍁 La neve è semplicemente sublime, leggera, abbondante. Grazie alle ciaspole si affonda pochissimo e la camminata è piuttosto facile. Iniziamo la salita alla vetta dell'Estibat che vediamo in lontananza. Alla nostra destra alti abeti pieni di neve e alla nostra sinistra la valle che scende a Saurat. Ci fermiamo a bere un po' d'acqua e soprattutto ci guardiamo alle spalle e ci godiamo il panorama! Ti abitui rapidamente ai paesaggi delle foreste innevate ma lì, va detto che sei sbalordito. Siamo così pazzi per questa neve che siamo traboccanti di energia, siamo un po' come dei bambini infatti 🎄

Raggiungiamo la vetta in circa 1h15 con brevi soste panoramiche + spuntini + fotografie.

Come spesso, lassù, c'è un po' di vento, le creste sono soffiate. Vediamo la Journalade, una vetta un po' più in alto. È una corsa chiaramente più impegnata che proveremo un altro giorno. Nevica sempre, questo paradiso bianco ci rende felicissimi 😊  

Dopo una piccola lotta a palle di neve in cima (ancora!), iniziamo la discesa; seguendo prima il margine del bosco alla nostra destra poi entriamo nel fitto e scuro bosco di abeti… Si ha quasi l'impressione di entrare in una casa tanto la luce è diversa! C'è un silenzio incredibile... sentiamo lo scricchiolio della neve e alcuni uccelli che sono usciti per sfidare il freddo.
C'è davvero qualcosa di magico in questo posto. È come essere in Harry Potter o in un fantastico racconto di Natale! Lasciamo vagare volentieri la nostra immaginazione ed è bello staccare dalla realtà 😊

Il tempo è come sospeso! Raggiungiamo una pista forestale costeggiata da abeti. Camminare su questi ampi binari è davvero facile e super accessibile! Non c'è bisogno di aver fatto 5 anni di ciaspolate, ci lasciamo trasportare e presto vediamo l'auto e il Col de Port.

Siamo rinvigoriti, le nostre guance sono arrossate dal freddo e siamo grati per questa bella mattinata!
Alla fine, questa passeggiata ci avrà impiegato poco meno di 4 ore a buon ritmo, contate un po' di più con le pause!

Pausa gastronomica all'Auberge de la Sapinière

Per concludere questo momento indimenticabile, mangeremo e ci riscalderemo all'Auberge de la Sapinière. Ciaspole, scava! Situata a 1249 m di altitudine, la cucina è tradizionale e familiare. Una vera locanda di montagna con il suo caminetto e la sua atmosfera molto speciale. Fin dall'inizio ti senti “come a casa”.

Quindi eccoci seduti davanti al camino in questo luogo che ci piace particolarmente. Questo è Il rito passeggiate al Col de Port, sia d'inverno che d'estate. Questa volta avremo delle frittelle e una classica cioccolata calda, (abbiamo mangiato degli stuzzichini salati durante la passeggiata), ma potremo anche gustare le specialità dell'Ariège, tutte cotte nel camino:
– azinat (una zuppa completa di carne e verdure – su richiesta),
– vitello saltato
– Manzo guascone,
– la mounjetade (un cassoulet dell'Ariège)

La cucina è casalinga, senza fronzoli, delizioso, abbondante e a prezzi ragionevoli. I prodotti sono freschi e locali. Inoltre, tra le vecchie foto del locale appese al muro, potete vedere la tabella riassuntiva dei fornitori, ultra locali con carne 100% francese o addirittura ariège!

Con il bel tempo la terrazza è semplicemente perfetta, invita al riposo e alla contemplazione. Non ci stanchiamo mai di questa vista delle cime innevate.
Se vuoi altre fantastiche idee per terrazze con vista sulle montagne per "rilassarti" o divertirti, non fare nulla e rilassarti, questo è qui ????

Ultimi servizi: Mezzogiorno: 13:30 – Sera: 20:30 Si consiglia la prenotazione. Maggiori informazioni sull'ostello qui.

Anche il Col de Port e il Pic d'Estibat sono…

☀️ Estate in modalità escursionismo 

🚴 Alla moda ciclismo o ciclo :
I primi 5 passaggi leggendari
Il circuito del muro di Péguère
Il circuito dei 5 passi testato da Anne Dubndidu 

🍲 Produttori locali

Scopri anche ...

Caroline

Auteur

Caroline

Ogni giorno dell'anno, sono un grande fan degli sport all'aria aperta in Ariège e in tutta la Francia: trekking, mountain bike, sci, sci alpinismo, rafting, canyoning ... Mi imbarco con me il mio compagno, mio figlio e il mio cane Snow in (quasi) tutte le mie avventure! Cosa preferisco in Ariège? I grandi spazi aperti e lo spirito di libertà che vi regna.

Articoli più simili

Scopri tutte le avventure simili in Ariège Pirenei

Tour in mountain bike del Lago di Montbel

Tour in mountain bike del Lago di Montbel

tendenza

Arrampicare in inverno affrontando le cime innevate 🤎

Arrampicare in inverno affrontando le cime innevate 🤎

Ho provato lo slittino di Guzet su rotaie

Ho provato lo slittino di Guzet su rotaie