Sono misteriose, incantevoli, sorprendenti e leggendarie le nostre terre in Ariège… I luoghi sono pieni di storie per arricchire l'immaginazione di tutti. Delle streghe con elfi attraverso i mostri, ogni luogo custodisce un segreto tramandato per le strade dei villaggi dagli anziani, di generazione in generazione ... Ecco una selezione di leggende mitiche e mistiche dell'Ariège. Ognuno di loro ti cullerà alla tua prossima visita!

La fontana FonteRstorbes e le sue fate benefiche

È stato riferito che il Fontana di Fontestorbes, cantata dal poeta di Bartas, divenne intermittente a seguito di una scossa sotterranea ... La grotta oggi impenetrabile un tempo dava accesso a una sontuosa residenza sotterranea dove viveva la gente  Fate benefiche "Le Incantadas" che di notte si lavavano i panni nelle limpide acque della fontana con i loro tradizionali battitori d'oro.

Zoccolo di Bethmale

Nell'XI secolo, i Mori invasero il sud della Francia e in particolare i Pirenei. Hanno occupato nei Pirenei dell'Ariège,  la valle di Bethmale. Fu lì che il figlio del capo dei Mori si innamorò della ragazza più carina della valle… Purtroppo era già fidanzata con il cacciatore di camosci della valle: Darnert. 

Quest'ultimo si era rifugiato in montagna con i suoi compagni per organizzare una vendetta. Ha sradicato due alberi di noce la cui base formava un angolo retto con le radici ; con un'ascia e un coltello ha tagliato e scavato a paio di zoccoli (sbavature) a forma di falce di luna con a punta lunga che si assottiglia come un dardo.

Un giorno, i pastori con Darnert alla testa, suonarono le "colline" e partirono  una dura lotta contro i Mori da dove vengono vincitori.
Poi hanno marciato attraverso il villaggio, Darnert, infilando i suoi zoccoli a punta lunga, aveva agganciato il cuore dell'infedele Bethmalaise al punto sinistro e quello del Moro al punto destro. 

Da quel momento, alla vigilia di Natale, lo sposo ha offerto alla sua sposa un paio di zoccoli a punta lunga, vestiti di pelle e riccamente decorati con borchie dorate che disegnano un cuore.  Più lunga è la punta degli zoccoli, maggiore è l'amore. In cambio, la sposa gli regala un maglione di lana ricamato di velluto e una borsa piumata di nastri, paillettes o jet.

Les sabots de Bethmale
Zoccoli Bethmale © A.Späni

La terrificante bestia di Naguille nella valle dell'Orlu

La leggenda racconta della foresta di Naguille ne nascose uno grande, bestia terrificante e misteriosa che nessuno sapeva davvero come descrivere. Grande lupo, orso?
Un giorno, il fabbro di Orlu, avendo celebrato il matrimonio del cugino a Mérens, volle attraversare le montagne per tornare a casa ... sfortuna, prese la strada sbagliata e si ritrovò nella forestaHa pregato di non cadere sulla famosa bestia. 

Non è stato ... rapidamente, ha visto le impronte del monstre e chiunque sapesse che era già troppo tardi quando li abbiamo visti per la sua strada ... La bestia non ci mise molto a puntare la punta del naso, più grande e più terrificante che in ogni storia raccontata dagli antichi del villaggio e nella sua propria incubi

Le  bravo fabbro ingannò la bestia offrendogli dolci di cui solo lui aveva la ricetta e si offrì di invitarlo la sua fucina assaggiarli. Qui è dove ha messo un file barra di ferro nel suo fornoe la bestia, che era stupida e per di più molto avida, ingoiò subito la sbarra di ferro!
Con la bocca in fiamme, si tuffò nell'Oriège e bevuto tutta l'acqua del fiume... Piena d'acqua, lei esplosee tutta l'acqua della valle si riversò in enormi cascate e si formò lo stagno di Naguille ...

IL LAGO DI BETHMALE E LA SUA STREGA CATTIVA

La leggenda narra che molto tempo fa viveva in clandestinità al lago Bethmale un strega cattiva.

Ogni giorno causava miserie agli abitanti del villaggio. Un giorno arrabbiato, i Bethmalais salirono al Passo del Nucleo con le loro forche per sbarazzarsi di lei. 

Intrappolata, il tonchio è saltato nel lago giurando che non sarebbe mai scomparsa.

da allora, il suo vestito verde blu, rimasto in fondo, dà al lago i suoi riflessi speciali...

Magda

Auteur

Magda

Amante degli ampi spazi aperti e della natura, trascorro il mio tempo libero passeggiando sui sentieri escursionistici dei Pirenei. Grande appassionato di roaming, adoro dormire in mezzo alle montagne e svegliarmi al suono del silenzio delle nostre vette. Mi piace anche lo sci di fondo, l'arrampicata e i buoni piccoli piatti dell'Ariège ... soprattutto a base di formaggio!

Articoli più simili

Scopri tutte le avventure simili in Ariège Pirenei

Viaggio nel passato alle Forges de Pyrène

Viaggio nel passato alle Forges de Pyrène

Dolce Vita da Carla Bayle

Dolce Vita da Carla Bayle

Il Parco della Preistoria con la famiglia

Il Parco della Preistoria con la famiglia